La superficie dell’intestino dell’uomo corrisponde a quella di un campo da tennis, con un’estensione stimata di 200-300 metri quadri (Bengmark Gut 1998 42:2-7). Le cellule che compongono la mucosa dell’intestino sono chiamate enterociti e sono saldate fortemente l’una con l’altra, per mezzo di “giunzioni strette” (“tight junction”). In questo modo, le sostanze presenti nel lume intestinale non possono passare nello spazio intercellulare, mentre le sostanze assorbite, attraverso gli spazi intercellulari, sono riversate nel sangue.

La mucosa intestinale ha funzioni fondamentali per l’assorbimento di acqua e nutrienti e i diversi tratti che compongono l’intestino possiedono differenti proprietà. Ha anche funzioni di difesa da antigeni, microrganismi e tossine.

Il mantenimento della sua funzionalità ottimale dipende da vari fattori, tra cui:
– Integrità cellulare
– Corretta motilità e peristalsi
– Corretto equilibrio del “microbiota” – microflora batterica residente

Il microbiota che si trova nel colon costituisce circa il 35-50% del volume in esso contenuto e studi sempre più recenti stanno riscontrando una sua possibile relazione con patologie sia acute che croniche.

L’intestino possiede anche importanti funzioni immunitarie grazie alla presenza del “GALT” (“Gut-Associated Lymphoid Tissue”, “Tessuto linfoide associato all’intestino”). Sono prodotti anticorpi particolari, chiamati “IgA secretorie”, prodotte da cellule chiamate “plasmacellule”.

La permeabilità intestinale è regolata e mantenuta in condizioni corrette da vari fattori.
Esistono teorie secondo cui un’alterazione della permeabilità intestinale possa condurre nel tempo all’instaurarsi di uno stato pro-infiammatorio e conseguentemente all’espressione di condizioni potenzialmente reversibili come alcune “intolleranze alimentari”, oppure alla presenza di alterazioni immunologiche oppure, forse, ad agire da concausa nella comparsa di patologie più gravi (disordini di tipo auto-immunitario, malattie infiammatorie croniche dell’intestino, problemi epatici e di tolleranza al glucosio). Le alterazioni intestinali potrebbero quindi rivestire un ipotetico ruolo, assieme alla componente genetica, nell’instaurarsi di determinate condizioni patologiche più o meno gravi, tra cui si inseriscono secondo alcuni Autori anche problematiche di tipo depressivo.

Anche lo stress forse riveste un ruolo chiave nella possibile comparsa di alterazioni nella permeabilità intestinale, in quanto sembra ridurre l’afflusso di sangue a livello della mucosa e conseguentemente un’alterazione della barriera intestinale.

Nel momento in cui è presente un’iniziale (o protratta da qualche tempo) alterazione della permeabilità intestinale, possono essere presenti secondo questa visione alcuni disturbi tipici, pur senza alterazioni “organiche” (le analisi del sangue possono essere corrette, così come altri accertamenti strumentali) e quindi ancora in una condizione di potenziale reversibilità della condizione.
Tra i possibili disturbi sono presenti ad esempio alterazioni dell’alvo (stipsi e/o feci non formate), disturbi della digestione, problemi cutanei (dermatiti, eczemi), stanchezza cronica, intolleranze alimentari, problemi respiratori ricorrenti, cistiti ricorrenti, candidosi genitale o abbassamento delle difese immunitarie.

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE:

  • Aguirre Valadez JM, Rivera-Espinosa L, Méndez-Guerrero O, Chávez-Pacheco JL, García Juárez I, Torre A, Intestinal permeability in a patient with liver cirrhosis. Ther Clin Risk Manag. 2016 Nov 18;12:1729-1748
  • Alhasson F, Das S, Seth R, Dattaroy D, Chandrashekaran V, Ryan CN, Chan LS, Testerman T, Burch J, Hofseth LJ, Horner R, Nagarkatti M, Nagarkatti P, Lasley SM, Chatterjee S, Altered gut microbiome in a mouse model of Gulf War Illness causes neuroinflammation and intestinal injury via leaky gut and TLR4 activation. PLoS One. 2017 Mar 22;12(3):e0172914
  • Barbara G, Zecchi L, Barbaro R, Cremon C, Bellacosa L, Marcellini M, De Giorgio R, Corinaldesi R, Stanghellini V, Mucosal permeability and immune activation as potential therapeutic targets of probiotics in irritable bowel syndrome. J Clin Gastroenterol. 2012 Oct;46 Suppl:S52-5
  • Fändriks L, Roles of the gut in the metabolic syndrome: an overview. J Intern Med. 2017 Apr;281(4):319-336
  • Gecse K, Róka R, Séra T, Rosztóczy A, Annaházi A, Izbéki F, Nagy F, Molnár T, Szepes Z, Pávics L, Bueno L, Wittmann T, Leaky gut in patients with diarrhea-predominant irritable bowel syndrome and inactive ulcerative colitis. Digestion. 2012;85(1):40-6
  • Kato T, Honda Y, Kurita Y, Iwasaki A, Sato T, Kessoku T, Uchiyama S, Ogawa Y, Ohkubo H, Higurashi T, Yamanaka T, Usuda H, Wada K, Nakajima A, Lubiprostone improves intestinal permeability in humans, a novel therapy for the leaky gut: A prospective randomized pilot study in healthy volunteers. PLoS One. 2017 Apr 14;12(4):e0175626
  • Kogan M, Castillo CC, Barber MS, Chronic Rhinosinusitis and Irritable Bowel Syndrome: A Case Report. Integr Med (Encinitas). 2016 Jun;15(3):44-54
  • Li X, Atkinson MA, The role for gut permeability in the pathogenesis of type 1 diabetes–a solid or leaky concept? Pediatr Diabetes. 2015 Nov;16(7):485-92
  • Lindheim L, Bashir M, Münzker J, Trummer C, Zachhuber V, Leber B, Horvath A, Pieber TR, Gorkiewicz G, Stadlbauer V, Obermayer-Pietsch B, Alterations in Gut Microbiome Composition and Barrier Function Are Associated with Reproductive and Metabolic Defects in Women with Polycystic Ovary Syndrome (PCOS): A Pilot Study. PLoS One. 2017 Jan 3;12(1):e0168390
  • Maes M, Kubera M, Leunis JC, Berk M, Increased IgA and IgM responses against gut commensals in chronic depression: further evidence for increased bacterial translocation or leaky gut. J Affect Disord. 2012 Dec 1;141(1):55-62
  • McGough G, Leaky Gut. Nurs Stand. 2011 Aug 24;25(51):30
  • Muraca M, Putignani L, Fierabracci A, Teti A, Perilongo G, Gut microbiota-derived outer membrane vesicles: under-recognized major players in health and disease? Discov Med. 2015 May;19(106):343-8
  • Odenwald MA, Turner JR, Intestinal permeability defects: is it time to treat? Clin Gastroenterol Hepatol. 2013 Sep;11(9):1075-83
  • Slyepchenko A, Maes M, Jacka FN, Köhler CA, Barichello T, McIntyre RS, Berk M, Grande I, Foster JA, Vieta E, Carvalho AF, Gut Microbiota, Bacterial Translocation, and Interactions with Diet: Pathophysiological Links between Major Depressive Disorder and Non-Communicable Medical Comorbidities. Psychother Psychosom. 2017;86(1):31-46
  • Wallace MB, Vazquez-Roque M, Bojarski C, Schulzke JD, Imaging the leaky gut. Gastroenterology. 2014 Nov;147(5):952-4