La rivista statunitense Cancer research ha pubblicato un recente studio, condotto da Autori francesi, che conferma il ruolo fondamentale dello stile di vita per la prevenzione delle patologie tumorali.

Si evidenzia in particolare che il 45% circa dei tumori al colon-retto e il 35% circa dei tumori al seno potrebbero essere prevenuti da un’alimentazione sana. Inoltre, si nota come l’associazione di un livello adeguato di attività fisica ad un regime nutrizionale corretto aumenti il beneficio sulla salute.

Questo studio non è l’unico esistente e nella Letteratura scientifica troviamo anche altre evidenze a sostegno del ruolo dello stile di vita sulla prevenzione delle malattie, escludendo quelle che emergono solamente per cause genetiche.



Uno stile di vita sano comprende in particolare un regime alimentare corretto e un movimento adeguato. Per quanto riguarda il primo punto, i dati più solidi sembrano quelli a sostegno della “dieta mediterranea”, caratterizzata dal consumo – in quantità e proporzioni corrette – di cereali integrali, legumi, pesce, uova, frutta, verdura e olio EVO, con un basso introito di carni rosse o processate e qualche bicchiere di vino. Da evitare i cibi industriali e raffinati, i dolci, i condimenti e l’eccesso di latticini.

Consigliabile poi abbinare anche un po’ di movimento, salvo controindicazioni mediche: anche il fatto che un’attività costante in tutte le settimane dell’anno abbia un valore importante a livello di salute e benessere è ormai confermato. Non esiste uno sport ideale per chiunque, ma chiunque può impostare un’attività adeguata alla propria età e caratteristiche.

Importante, in conclusione, la dovuta attenzione ad alimentazione e movimento a tutela dello stato di salute, senza eccessi, forzature o programmi drastici e temporanei, ma con equilibrio e costanza, a qualsiasi età.