Ogni giorno visito nuovi Pazienti ed elaboro piani nutrizionali personalizzati. All’interno di questa attenta personalizzazione, tuttavia, vanno mantenute alcune caratteristiche dettate da conoscenze mediche aggiornate e valide per l’intera popolazione, oltre a canoni specifici per persone già affette da una o più patologie.

Un importantissimo riferimento è rappresentato dal “Codice europeo contro il cancro“, che, per quanto riguarda l’alimentazione in particolare, ci raccomanda i seguenti punti:

  • E’ IMPORTANTE ATTIVARSI PER MANTENERE UN PESO SANO. QUESTO COMPRENDE ANCHE LO SVOLGIMENTO DI UN’ATTIVITA’ FISICA QUOTIDIANA, EVITANDO DI RIMANERE SEDUTI TROPPO A LUNGO
  • BASARE IL PROPRIO REGIME ALIMENTARI SU UNA PREVALENZA DI CIBI VEGETALI. CONSUMARE MOLTI E VARI CEREALI INTEGRALI, LEGUMI, FRUTTA E VERDURA
  • LIMITARE CIBI AD ELEVATO CONTENUTO CALORICO, ALIMENTI RICCHI DI ZUCCHERO E RICCHI DI GRASSI
  • EVITARE LE BEVANDE ZUCCHERATE
  • EVITARE LE CARNI CONSERVATE (SALUMI, INSACCATI, WURSTEL)
  • LIMITARE IL CONSUMO DI CARNI ROSSE
  • LIMITARE IL CONSUMO DI ALIMENTI RICCHI DI SALE

Attenzione dunque a qualsiasi regime alimentare, impostato per abitudini personali o familiari o consigliato da altri, che si allontani da queste raccomandazioni. 

Attenzione alle abitudini considerate “normali”: un pranzo al sacco durante una gita non dovrebbe essere costituito da panini al prosciutto e bibite, così come la colazione non deve ridursi drammaticamente a cappuccino e brioche – o merendina confezionata, né per gli adulti né per i bambini.
Attenzione anche allo zucchero “nascosto”: impariamo a leggere sempre le etichette.